SPETTRALE una novità

Il primo post dell'anno nuovo inizia con una segnalazione E' da poco disponibile su Amazon l'antologia in formato elettronico SPETTRALE a cura di Paolo Motta. E' una raccolta di racconti horror dedicata agli spettri; una forma particolarmente sofisticata di narrativa di genere che implica una spiccata tensione emotiva. Il racconto con il quale sono ospitato … Leggi tutto SPETTRALE una novità

Pioggia dorata, di Elena Bibolotti

Sinossi, direttamente dal sito dell'editrice: Sei storie amare. Sei storie nelle quali ogni personaggio scopre e riflette sulla propria fragilità, o più semplicemente sulla propria solitudine. Condizione “democratica” al giorno d’oggi, nel senso che colpisce chiunque. Il dipendente consumato da una piatta vita matrimoniale, la donna manager in carriera, il promotore finanziario, il vinaio di … Leggi tutto Pioggia dorata, di Elena Bibolotti

Mad Max Fury Road (parte seconda)

ATTENZIONE:CONTIENE SPOILER. C'è molto western in Mad Max Fury Road. Ci sono gli assalti, i canyons, i convogli. Bande di motociclisti appostati come Apache pronti a calare giù in cariche dove il rombo dei motori si sostituisce alle grida di battaglia e dell'eroe, o meglio anti eroe western;Tom Hardy presenta un ottimo phisique du role e personalmente … Leggi tutto Mad Max Fury Road (parte seconda)

Mad Max Fury Road, di George Miller (parte prima)

Anche a mente fredda non mi è facile parlare di questo film. Film travagliato, atteso, con una genesi problematica e ora sottoposto a scrosci di pareri contrastanti. Difficile parlarne con ordine perchè dopo tanti, troppi anni di delusioni, di produzioni gonfiate a suon milioni con risultati sterili come i muscoli al testosterone di un culturista … Leggi tutto Mad Max Fury Road, di George Miller (parte prima)

Dieci e più dieci (perchè scrivo, perchè si scrive)

Alessandro Girola ha colpito ancora e per l'ennesima volta stuzzica il blogger che sonnecchia in me con una top 10 che sfocia in un meme per me irresistibile: perchè ci piace scrivere. Doverosamente, qui trovate le sua personale lista mentre colgo la palla al balzo e ne approfitto per una piccola disgressione dolce amara sulla … Leggi tutto Dieci e più dieci (perchè scrivo, perchè si scrive)

Fabrizio Borgio: L’ispettore Drago esce dai libri è diventa un volto

Le sempre mutevoli, tortuose e stimolanti relazioni tra artisti hanno portato alla nascita di questo nuovo blog. Un progetto stimolante, della quale sono fiero di far parte e nel quale sono lusingato di esser citato.

Contaminazioni Artistiche

fabrizio Nasce prematuramente nella città di Asti il 18 giugno 1968
Figlio di anni inquieti, passa un’infanzia chiusa e taciturna sviluppando la propria fantasia e creatività aiutato da libri, fumetti e televisione. Appassionato di cinema e letteratura, affina le sue passioni nell’adolescenza iniziando a scrivere racconti. Frequenta mediocremente un Istituto tecnico, insegue una certa vocazione per le armi, trascorrendo anni nell’Esercito. Congedato, comincia a guadagnarsi da vivere passando da un mestiere all’altro senza mai perdere di vista il suo divorante amore per la letteratura: operaio, tecnico, falegname, cantiniere, giardiniere, meccanico di scena, impiegato. Si muove irrequieto nel mondo del lavoro e scrive, segue stages di sceneggiatura con personalità del nostro cinema, tra cui Mario Monicelli, Giorgio Arlorio e Suso Cecchi d’Amico. Collabora occasionalmente con il regista astigiano Beppe Varlotta. Più recentemente, ha avviato altre collaborazioni multi disciplinari con il cantautore Beppe Giampà e il disegnatore Lorenzo Omedè. La fantascienza, l’horror, il…

View original post 446 altre parole

Lou Reed e il Taccuino

Apprendo da poco della morte di un grande del Rock. Di Lou Reed, intellettuale, cantore,poeta, artista tormentato, una vita difficile,difficilissima per i canoni odierni. A scanso di ipocrisie varie non sono uno sfegatato ma un consapevolefruitore di rock che ha percepito la sua grandezza e per questo motivo, quest'istant-post mi sorge urgente e spontaneo, perchè … Leggi tutto Lou Reed e il Taccuino

Filosofie librarie in musica

Uno può pensare che una serie di pensieri e considerazioni si trasformino in ossessione seguendo il decorso degli ultimi post pubblicati sul Taccuino e probabilmente non  penserebbe male. Possiedo tante ossessioni: lo scrivere, la pioggia, il fantastico, la politica,lo scrivere, leggere, le gambe delle donne,le gambe delle donne con belle calze, cravatte, cappelli, impermeabili e … Leggi tutto Filosofie librarie in musica