Gli ispiratori del Settimino: Scanners, di David Cronenberg

Cronenberg, sottilmente citato anche nel romanzo, non poteva mancare nel novero degli ispiratori. Recuperatelo!

Taccuino da altri mondi

Il cervello è solo la rarefazione del corpo, la sua concentrazione nel posto del comando, la sua localizzazione nel punto più complesso (Enrico Ghezzi – Paura e desiderio).

L’ambigua, altalenante natura dell’uomo contemporaneo, schizofrenicamente combattuto tra la dipendenza tecnologica e l’esigenza darwiniana di un adattamento del corpo al nuovo mondo del quale artificialmente curiamo la mutazione, sembra essere una delle costanti tematiche che animano Scanners, gioiello del 1981 di David Cronenberg.

Difficile, arduo dire qualcosa di nuovo sul capolavoro del regista canadese. Scanners è una chiave di volta del suo cinema, un film che segna l’inizio di una maturità che era in divenire nei suoi film precedenti e che in Scanners si palesa. Film profondo, intriso di tutti quegli elementi tematici che hanno contribuito alla maturità del genere, portando l’horror, il fantastico, oltre la soglia di un’attenzione critica che si era man mano affievolita, dai tempi di 2001 Odissea…

View original post 368 altre parole

Gorilla e bambini: vi faccio un disegno.

Merita assolutamente diffusione…

non si sevizia un paperino

collodipapero

Oggi è uno di quei giorni in cui mi tocca, mio malgrado, tenere uno dei miei corsi di sostegno ad uso e consumo delle persone più sfortunate.

Lo so, è brutto: l’atteggiamento arrogante, condito dal sussiego e dal vago senso di paternale superiorità che tendo ad assumere, mi fa sentire a disagio, un po’ come se fossi vegano, e non voglio pensare – se dà fastidio a me – a quanta noia può dare a voi.

Abbiate pazienza.

View original post 810 altre parole

Gli ispiratori del Settimino: Il Tocco della medusa, di Jack Gold

Visto che, dati alla mano, le riproposizioni dei post dedicati agli ispiratori del Settimino funzionano, aggiungiamo l’inquietante Il Tocco della Medusa, di Jack Gold. Qua le atmosfere del Settimino si empatizzano con forza:

Taccuino da altri mondi

Jack Gold è un regista inglese impegnato sopratutto in produzioni televisive a tema storico e letterario, generi nei quali gli inglesi hanno sempre eccelso ma negli anni ’70 ha diretto alcune produzioni per il grande schermo che si sono distinte per originalità e interesse. Nel 1973 dirige Who? L’uomo dai due volti, storia di spionaggio intrisa di paranoia e ambiguità, ruotante attorno all’inquietante figura di cyborg dall’identità misteriosa. Nel 1975 dirige L’Uomo Venerdì, Interessante rivisitazione di Robinson Crusoe, vista dalla parte dell’indigeno Venerdì e infine, nel 1978, ci regala il terrificante Il Tocco della Medusa.

Per la trama completa, vi rimando al riassunto riportato da Wikipedia, sul link soprastante e parliamo in dettaglio delle suggestioni di questo film.

Anche nel Tocco della Medusa (ITDM) abbiamo una vicenda cupa e inquietante che ruota attorno alla figura del tormentato scrittore John Morlar, un intenso Richard Burton, rinvenuto nella sua…

View original post 489 altre parole

Il mondo de Il Settimino: La Sezione

Ricordiamo il post dedicato al contro altare del DIP ne IL SETTIMINO, dove storia e invenzioni s’intrecciano nella maniera a mio parere più sfiziosa.

Taccuino da altri mondi

La Sezione è una branca deviata del SIFAR, il Servizio Informazioni delle Forze Armate. Fu fondata nel 1959, a cavallo della caduta del secondo governo Fanfani e il governo Segni, in un periodo instabile della storia repubblicana. Nacque in conseguenza di una serie di incontri tra il generale

Gen. De Lorenzo

De Lorenzo   e l’allora direttore della CIA, Dulles

Dulles

 

L”epoca, Dulles  stava seguendo il progetto MK-Ultra e meditava di ampliarne l’azione promuovendo una serie di operazioni parallele sviluppate in collaborazione con gli alleati. L’Italia era da poco entrata nella NATO , dopo il trattato di Parigi e in conseguenza di esso, le si era permessa la ricostituzione di un servizio segreto, sebbene a sovranità limitata e sotto la diretta supervisione degli USA: per questi motivi, Dulles, non incontrò nessuna difficoltà nel proporre il Progetto Caino al generale De Lorenzo, il quale intuì le potenzialità…

View original post 128 altre parole

Gli ispiratori del Settimino: The Fury di Brian De Palma

Nel riproporre i post introduttivi a IL SETTIMINO inizio di nuovo a segnalare le opere che hanno fatto da humus alla sua storia e Fury di Brin De palma occupa sicuramente i primi posti in un’ideale classifica dei suoi ispiratori.

Taccuino da altri mondi

Inizia, con questo post, l’approfondimento del background che ha contribuito alla nascita de Il Settimino; più o meno periodicamente, proporrò libri, film e artisti che hanno ispirato idee e suggestioni della nuova indagine dell’agente speciale Stefano Drago.

Con The Fury, del 1978, abbiamo la seconda incursione di Brian De Palma nel cinema horror, dopo il lusinghiero Carrie,(1976) tratto dal romanzo di Stephen King. Anche The Fury è tratto dall’omonimo romanzo di John Farris, del quale, bisogna renderne atto, De Palma ha saputo mantenere una coerenza di fondo con la trama del libro sebbene la complessità sia stata sacrificata per le consuete esigenze cinematografiche.

Il film ci racconta così come Robin (Andrew Stevens) il figlio dell’ agente segreto statunitense Peter Sanders (Kirk Douglas) viene rapito in Israele da un misterioso dipartimento del quale fa parte Childress (John Cassavetes) prima amico di Peter e poi traditore. Robin è in possesso…

View original post 461 altre parole

Il lato oscuro della Repubblica. (Quasi un Backstage de IL SETTIMINO)

Continuo la riproposizione dei post esplicativi su IL SETTIMINO, fedele al motto Repetita Juvant.

Taccuino da altri mondi

Lo sforzo costante di creare molteplici livelli di lettura e interpretazionem nei romanzi che scrivo, mi porta  a costruire intrecci e associazioni inusuali. Con IL SETTIMINO ho voluto battere strade nuove e tematiche apparentemente lontane dai libri precedenti. Inizialmente volevo scrivere una storia che rimandasse al tema dei poteri paranormali, in un excursus che partiva dal mito dei nati prematuri fino a una personale rivisitazione in salsa piemontese delle facoltà ESP. I richiami sono noti: L’Incendiaria di King, Torri all’Imbrunire di Barker, The Fury (sia il film di Brian De Palma che il romanzo di John Farris da cui era tratto)Il tocco della medusa (idem) e inevitabilmente anche Scanners di Cronenberg. Così, anche ne IL SETTIMINO ritroviamo un personaggio dotato di poteri terribili e inquietanti e un intreccio di servizi segreti che ruota attorno alla sua figura e all’assassinio del segretario del più importante partito d’opposizione in Italia.

E’ stato…

View original post 662 altre parole

IL SETTIMINO: i retroscena

Ripropongo in versione aggiornata alcuni post che avevo preparato in previsione dell'uscita del Settimino all'epoca del vecchio contratto e che ora hanno realmente ragion d'essere vista la sua prossima, confermata uscita. Con Il Settimino, ho deciso di introdurre, tra le varie tematiche che mi interessava affrontare, anche quella complessa, delirante e straordinariamente variegata del Complottismo; … Continua a leggere IL SETTIMINO: i retroscena