Ombre elettriche, di Davide Mana


Sinossi, direttamente dalla pagina Amazon dell’ebook

L’incartamento ingannevolmente esile odora di muffa.
La copertina reca stampigliato, in nero sbiadito su fondo giallo pallido:

avvertenza: documenti declassificati a livello di sicurezza tre, al fine di fornire l’informazione necessaria ai membri del governo relativamente ai fatti della primavera 2005 – elementi non declassificabili rimossi.

Segue un timbro che riporta due esagrammi dell’I Ching.
Lettore, sappi che da questa strada non si ritorna.
Ora puoi aprire il dossier e cominciare a leggere.

“la gloria non ha significato, e dei fantasmi si occupa l’unità 23”

Non è la prima recensione di un lavoro di Davide Mana che scrivo. La premessa è che fin’ora non ho trovato un suo singolo ebook che non abbia soddisfatto le aspettative.

Autore particolarmente dotato, con una cultura fuori del comune e uno stile diretto e armonico che raramente si trova in giro anche tra nomi di gran lunga più celebrati, le storie di Davide Mana spaziano in lungo e in largo tra le lande cangianti e multiformi del fantastique.

Ombre Elettriche è la cronaca apparentemente scarna e burocratica di un fatto inspiegabile che rischia di far inceppare la perfetta macchina politica e amministrativa del gigante cinese. A occuparsene è l’ineffabile unità 23. Inevitabile per l’inventore del DIP essere ammagliato da una simile creatura.

L’autore medesimo cita Brunner

tra gli ispiratori di questa storia di fantasmi, soap opera e sedizione. C’è molta politica, c’è il potere dei media come nuovo esoterismo, ci sono i fantasmi, le rivolte, le umane meschinità e la Cina potenza economica che galoppa.

L’elemento “estraneo” che in realtà estraneo non è ma comunque anomalo s’insinua come una sottile corrente elettrica. Oltre Brunner, ci ho visto molto anche del Charles Stross di Giungla di cemento, una Sf definita tale giustappunto perchè c’è un elemento tecnologico che s’intesse nella trama.

E’ originale, Ombre elettriche, sperimentale, supportato da una ricerca linguistica raffinata e da un background culturale raro che interseca mirabilmente cultura anglosassone e cultura orientale.

Leggetelo, immergetevi nella luce grigia e baluginante che sembra permeare tutte le pagine, come se fossero state scritte sotto gli sfarfallii di un neon e domandatevi come me sul perchè un autore come Mana abbia un decimo del riconoscimento che merita… Strano paese il nostro, anche per l’Unità 23.

Qui il doveroso link per l’acquisto, caldamente consigliato.

Annunci

2 thoughts on “Ombre elettriche, di Davide Mana

  1. Non posso che ringraziare per le splendide parole -e per ilconfronto con un gigante come Stross.
    Mi fa molto piacere che la storia ti sia piaciuta.
    L’Unità 23 ha annotato il fatto di avere attirato la tua attenzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

tacchi dadi e datteri

mescolanza è diverso da confusione

I camosci bianchi

Blog di discussione sulla montagna, escursionismo, cultura e tradizioni alpine

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Luca Trifilio

Pensieri, racconti, recensioni e cose fortuite

stillrocking

Voglio fare la differenza

MISTERI DEL NAZISMO

I Segreti Occulti del Terzo Reich

pennelli&parole

Monica Spicciani Art

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Parole d'ottobre

Per alcune persone scrivere non è un hobby o un lavoro, è una necessità. Io sono una di esse.

correzionedibozze & editing

[Niente al mondo è più bello che scrivere. Anche male. Anche in modo da far ridere la gente. L’unica cosa che so è forse questa.][Silvio D'Arzo]

Plutonia Experiment

Un blog quantico

licus

Just another WordPress.com site

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Andrea Wierer

corporate storytelling

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: