Boomstick award: i miei magnifici 7


Boomstick award 2014 official logo

E’ con malcelato orgoglio che mi fregio del logo ufficiale del Boomstick award 2014. Il primo da quando esiste il Taccuino da altri mondi. Che dire? Sono confuso e onorato di essere riconosciuto al pari dei blogger veri, nonostante la perniciosa incostanza che contraddistingue le pubbligazioni di questo blog. Devo ovviamente ringraziare per l’assegnazione Marco e Davide, ai quali assicuro riconoscenza sempiterna e ora, mettendo bando a indugi e salamelecchi, mi attengo scrupolosamente alle direttive del creatore del premio:

1– i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore

2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione

3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto

A cui aggiungo una quarta regola, ché l’anno scorso me le hanno fatte girare:

4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite

Indi, ecco l’elenco dei miei 7 premiati:

  1. Book and Negative, di Germano Hell Greco. Perchè rientra nella cerchia di coloro che coltivano e nobilitano il fantastique e senza di lui, non sarei ora quì a fregiarmi di questo riconoscimento.
  2. Plutonia Experiment, di Alessandro Girola. Perchè abbiamo tante cose in comune e tutte fautrici di reciproca stima e perchè grazie a lui ho scoperto il gusto e il piacere di coltivare un blog.
  3. Il giorno degli zombi, di Lucia Patrizi. Perchè ama l’horror, perchè capisce di cinema tanto e più di tanti blasonati critici e perchè come Vasquez, ” è troppo troppa”.
  4. Prima di Svanire, di Marco Siena. Perchè è figlio dei ’90’s, un amico anche se non ci siamo mai visti e perchè visitando il suo blog mi sento un po’ a casa.
  5. Strategie Evolutive, di Davide Mana. Perchè è un appuntamento immancabile delle mie mattine, a colazione; perchè è pulp e come me, oltre a condividere le origini, è un uomo d’altri tempi.
  6. Lo Spettatore Indisciplinato, di Davide Viganò, perchè è un maniacale cinemaniaco, perchè le sue critiche sono complesse e strutturate e perchè è un Compagno.
  7. Nocturnia, di Nick Parisi. Perchè di blog dedicati al fantastique così riccho di interviste realizzate con rigore professionale, raramente ne ho trovati, perchè ama e sviscera il fantastique e perchè Nick è in gamba.

Per i grandi esclusi, aspetterò la prossima occasione!

Intanto, grazie e ancora grazie!

12 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...