Gli Ispiratori del Settimino: Necroscope, di Brian Lumley


Primo volume di una lunga e articolata saga horror dell’inglese Brian Lumley, Necroscope, è l’unico libro tradotto per il mercato italiano. Una trama intrigante e originale che vede i due blocchi in piena guerra fredda, fronteggiarsi anche sul lato paranormale dello scontro, sfruttando individui dotati di poteri ESP tra i più svariati, in una gustosa speculazione sul così detto spionaggio psichico. Harry Keogh, il protagonista è un necroscopo, un uomo con la dote di saper comunicare con i defunti. Molto interessante, in questo capostipite della serie, vedere come la sua esistenza sia influenzata, il più delle volte positivamente, da questa capacità, che gli permette sopratutto l’acquisire conoscenze, competenze e abilità dei diversi defunti con i quali ha contatto.

Suo antagonista, il rumeno Dragosani, negromante che necessita di un contatto più intimo e macabro coi cadaveri, per ricavarne informazioni.  La natura dei poteri che contrappone i due agenti, assume a mio parere valenze simboliche. Keogh rappresenta un’armonia che conserva attivamente il ricordo e la conoscenza di chi non c’è più, il rispetto della memoria e della conoscenza e quindi della storia mentre Dragosani ne è il lato più distruttivo, dove la profanazione è il veicolo attraverso la quale carpire segreti e auspici.  Il romanzo è strutturato come una classica spy-story e vira elegantemente nell’horror senza contrasti tra i due generi, armonizzandoli con abilità. Storia solida, ottimo intreccio e stile elegante. Il resto della saga si svilupperà prendendo le direzioni più svariate, dai vampiri a creature aliene dalle reminiscenze lovecraftiane ma è stato sopratutto l’ imprinting che questo primo Necroscope mi ha dato, che ha permesso la genesi de Il Settimino. La fascinazione di una storia di spie su uno sfondo soprannaturale è infatti la prima base di partenza da cui ho iniziato la stesura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

tacchi dadi e datteri

mescolanza è diverso da confusione

I camosci bianchi

Blog di discussione sulla montagna, escursionismo, cultura e tradizioni alpine

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Luca Trifilio

Pensieri, racconti, recensioni e cose fortuite

stillrocking

Voglio fare la differenza

MISTERI DEL NAZISMO

I Segreti Occulti del Terzo Reich

pennelli&parole

Monica Spicciani Art

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Parole d'ottobre

Per alcune persone scrivere non è un hobby o un lavoro, è una necessità. Io sono una di esse.

correzionedibozze & editing

[Niente al mondo è più bello che scrivere. Anche male. Anche in modo da far ridere la gente. L’unica cosa che so è forse questa.][Silvio D'Arzo]

Plutonia Experiment

Un blog quantico

licus

Just another WordPress.com site

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Andrea Wierer

corporate storytelling

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: