100: coming soon Il Settimino


Per il centesimo post del Taccuino da altri mondi, ho voluto scegliere il primo annuncio confermato della prossima pubblicazione del nuovo romanzo per la Fratelli Frilli editrice. La data definitiva non mi è stata ancora comunicata ma indicativamente dovrebbe avvenire tra i mesi di febbraio e marzo del 2014. Titolo provvisorio, IL SETTIMINO, del quale avevo già anticipato qualcosa in questo post. Anche in questo romanzo, come nei precedenti, ho riposto le mie ambizioni, cercando d’introdurre elementi inediti, in modo di non rischiare a incancrenirmi in canovacci ripetitivi. Innanzitutto è una storia squisitamente metropolitana, ambientato, eccettuata una parte che si svolge tra biellese e Val Sesia e un capitolo nella sede centrale del DIP, a Torino; nella mia città natale: Asti.

Monumento a Vittorio Alfieri, al centro dell’omonima piazza

Asti è una piccola città di provincia alla quale dedico idealmente il libro. La città dove, prima di ritornare alle mie origini contadine, ho trascorso i miei primi trent’anni di vita. Non vuole essere una guida turistica e nemmeno un trattato delatorio dei suoi difetti. La provincia sa essere adorabile e agghiacciante ovunque. E’ una dedica affettuosa, amara ma sentita. La critica di un figlio a un genitore difficile o la reprimenda carica di amore rancoroso verso una sorella che sembra fare di tutto per farsi odiare. Un rapporto difficile, come solo una cittadina del settentrione può far nascere con chi l’ha vissuta.

Il grosso dell’intreccio e della vicenda del Settimino s’incrocieranno attraverso le sue vie medioevali, tra chiese romaniche, cattedrali gotiche e la desolante periferia industriale, tra colli brumosi e strade di pavè reso scivoloso dall’umidità padana. Alcuni dei suoi scorci saranno teatro dei fatti salienti della vicenda, nella speranza di creare una mappa di emozioni e non solo di luoghi.

Un luogo dove consuetudine e quotidianità sono spettatori inconsapevoli di un dramma che rischia di travolgere un’intera, fragile nazione e i poteri del Settimino, potrebbero essere l’ago di una bilancia che misura un sentire profondo che interessa ognuno di noi.

Il parco con le antiche mura romane, altro luogo fondamentale della vicenda.

Piazza San Secondo, uno dei “salotti” della città. Luogo importante della vicenda.

Annunci

5 thoughts on “100: coming soon Il Settimino

  1. Quello era l’intento e noto con piacere che il feedback ottenuto era quello sperato. Asti è una città molto poco raccontata e sentivo l’esigenza di inserirla massicciamente nelle mie storie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Luca Trifilio

Pensieri, racconti, recensioni e cose fortuite

stillrocking

Voglio fare la differenza

MISTERI DEL NAZISMO

I SEGRETI OCCULTI DEL III REICH

pennelli&parole

Monica Spicciani Art

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Parole d'ottobre

Per alcune persone scrivere non è un hobby o un lavoro, è una necessità. Io sono una di esse.

correzionedibozze & editing

[Niente al mondo è più bello che scrivere. Anche male. Anche in modo da far ridere la gente. L’unica cosa che so è forse questa.][Silvio D'Arzo]

Plutonia Experiment

Un blog quantico

licus

Just another WordPress.com site

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Andrea Wierer

corporate storytelling

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

Frank Iodice

Education is the most powerful weapon which you can use to change the World (Nelson Mandela)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: