A proposito del DIP…Le origini.


Per risalire alle origini del DIP, il Dipartimento per le Indagini Paranormali, occorre andare al 1857, anno che vede, in Francia, l’avvento dello Spiritismo, dottrina filosofica ideata da Allan Kardec

( pseudonimo del pedagogista Hippolyte Léon Denizard Rivail). I suoi studi appassionarono e coinvolsero molti alti esponenti del governo francese e non solo. Nel 1858, i Savoia strinsero un’alleanza segreta con Napoleone III. Nell’accordo,tra i punti storicamente più salienti c’era l’impegno dei francesi a intervenire a fianco dei piemontesi in caso di aggressione austriaca, cogliendo poi l’occasione per estendersi lungo il nord Italia fino all’Adriatico. In caso di vittoria, i Savoia si sarebbero impegnati a cedere a Napoleone il ducato di savoia e la contea di Nizza oltre alla possibilità di avere un controllo indiretto sull’Italia centrale. Erano i patti di Plombières e pochi sanno che oltre ai succitati accordi, sull’onda dei lavori di Kardec, era stato stretto un patto di studio e condivisione riguardante quelli che erano stati denominati “fenomeni supernaturali di ignota origine.” con fini di “Indagine, conoscenza ed eventuale salvaguardia degli interessi e della sicurezza del regno.” Ufficialmente, il primo Regio Ufficio di Studio dei fenomeni Supernaturali (RUSS) vide la luce a Torino, il 21 settembre 1858.

Il suo fondatore era il conte Francesco Arduino de la Grive

, nobile appassionato di occultismo e spiritismo, seguace di Kardec, amico e protetto da Gaetano De Marchi, vide presidente della Camera dei Deputati. De Marchi stesso, contribuì in maniera fattiva a calamitare attorno alla neonata istituzione studiosi e scienziati. Si dice che Giuseppe Garibaldi

si fosse a sua volta interessato ai fini del RUSS e avesse fatto da tramite con ambienti massonici. Negli ultimi anni di vita, partecipò ai lavori del RUSS anche il senatore Massimo d’Azeglio,

alternando i suoi impegni come governatore di Bologna alle indagini del Regio Ufficio. Le vicende del RUSS attraversarono la storia occulta di quegli anni burrascosi. Tra gli episodi più curiosi, va ricordato un intervento di alcuni suoi agenti per salvare la vita di Helena Blavatsky

gravemente ferita nel 1867 durante la battaglia di Mentana. Pare che la fondatrice della società Teosofica, per riconoscenza, avesse donato al RUISS tutte le sue opere più una copia con traduzione annessa dei Manoscritti Pnakotici. Come sovente accade, nel complesso e labirintico mondo delle istituzioni, il RUSS finì con l’intrecciarsi ad ambiti che sembravano esulare dalle sue principali competenze. L’ingresso di massoni e carbonari coinvolse l’istituzione in relazioni tortuose che s’intrecciarono perfino con la spedizione dei mille e l’unificazione d’Italia. Alcuni finanziamenti che avevano interessato il potenziamento del RUSS, erano stati ottenuti dal senatore toscano Antonio Mordini

, lo stesso intermediario che aveva permesso a Garibaldi di ottenere aiuti economici per l’impresa dei mille dal gruppo bancario Adami-Lemmi. Nel 1892, il dottor Ernesto Bozzano

divenne collaboratore del RUSS e le attività del Regio Ufficio ritornarono su un piano più scientifico e coerente con le sue competenze. Bozzano impose un censimento delle centinaia di società spiritiche che erano sorte un po’ in tutta Italia, infiltrandone tra i membri, agenti del RUSS; intensificò le collaborazioni scientifiche, sopratutto con i fisici inglesi William Crookes

e Oliver Lodge.

Da notare come Crookes fosse presidente della Society for Psychical Research

e Lodge, oltre che a sua volta presidente della stessa società (dal 1901 al 1903) fosse un ricercatore molto vicino alle dottrine teosofiche della Blavatsky. Gli stretti rapporti del RUSS sabaudo con la Francia, portarono a tutta una serie di collaborazioni tra personaggi che avrebbero contraddistinto la storia della scienza e dell’occultismo internazionali. Sempre attraverso l’opera instancabile di Bozzano, il RUSS si avvalse dei contributi del medico e fisiologo Charles Robert Richet

che assieme a Lombroso

e Bozzano stesso, seguì a lungo le attività della sensitiva Eusapia Palladino

Da segnalare come, con l’intercessione dei RUSS e dell’omologo organismo francese, il Bureau des Mystères(BdM), anche i coniugi Curie

parteciparono ad attività di ricerca in campo paranormale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scrittore è colui che decide di essere libero.

La filosofia, l'arte e la letteratura sono le chiavi di cui hai bisogno nella tua vita.

Luca Trifilio

Pensieri, racconti, recensioni e cose fortuite

stillrocking

Voglio fare la differenza

MISTERI DEL NAZISMO

I SEGRETI OCCULTI DEL III REICH

pennelli&parole

Monica Spicciani Art

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Parole d'ottobre

Per alcune persone scrivere non è un hobby o un lavoro, è una necessità. Io sono una di esse.

correzionedibozze & editing

[Niente al mondo è più bello che scrivere. Anche male. Anche in modo da far ridere la gente. L’unica cosa che so è forse questa.][Silvio D'Arzo]

Plutonia Experiment

Un blog quantico

licus

Just another WordPress.com site

Firstime in Boston

Pensieri disgiunti in universi congiunti.

The Wine Training

Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Andrea Wierer

corporate storytelling

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

Frank Iodice

Education is the most powerful weapon which you can use to change the World (Nelson Mandela)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: